La ricetta dei pici toscani

Questo post è disponibile anche in: Inglese

pici-toscaniLa cucina è uno dei punti forti della nostra terra. Uno dei piatti forti della Toscana sono i pici, un formato di pasta fresca particolare che si adatta a moltissimi condimenti in cucina. Vediamo come si preparano e alcune ricette golose per completare un primo piatto usando questo tipo di pasta.

La storia e la ricetta dei Pici

I pici sono un tipo di pasta tipico della Toscana e, più in particolare, delle zone meridionali di questa regione che comprendono la val d’Orcia, la val di Chiana e tutta la provincia di Siena (compresa la zona di San Gimignano). Essi non sono altro che una sorta di spaghetti fatti a mano ma dalla forma leggermente più larga.

Formati di pasta simili sono utilizzati anche nel Viterbese o in Umbria ma assumono denominazioni diverse come umbrichelli, stringozzi o strozzapreti. Ecco una facile ricetta per prepararli.

Ricetta Pici Toscani

Ingredienti

400 gr di farina
un pizzico di sale
acqua q.b

 

Procedimento

Disponete la farina a fontana e iniziate a versare mezzo bicchiere di acqua nella conca centrale. Incorporate la farina e iniziate a lavorare il composto con energia fino a che non prenderà consistenza: aggiungete altra acqua qualora la farina lo richieda. L’obiettivo è arrivare ad avere un impasto liscio e sodo da lavorare con le mani. Lasciate riposare l’impasto per una mezz’oretta e dividetelo in piccole parti.

Cominciate a lavorare con le mani l’impasto fino a formare dei cordoncini di forma cilindrica. Tagliateli in parti più piccole e continuate ad arrotolarli tra le mani: alla fine dovrete ottenere degli spaghettoni lunghi come quelli tradizionali ma spessi all’incirca come una matita di normali dimensioni.pici-sangimignano

Coprite i pici con un panno umido per evitare che si secchino. Per cuocerli vi basterà farli bollire pochi minuti in abbondante acqua salata.

Condimenti per i pici

I pici toscani possono essere conditi a proprio piacimento. Ci sono però alcuni condimenti tipici che vale la pena prendere in considerazione:

L’aglione: è forse l’accoppiamento più conosciuto e tradizionale. Questo sugo di pomodoro è saporitissimo e arricchito di aglio, peperoncino e poco aceto.
Sugo di nana: è il tipico sugo di anatra. Originariamente veniva preparato con il germano ed è una sorta di ragu bianco dal sapore tipico di selvaggina
Alle briciole: è un condimento molto tipico realizzato con il pane grattuggiato grossolanamente ripassato in padella con olio o direttamente fritto.

Questi sono gli accompagnamenti della tradizione ma la vostra fantasia potrà creare qualsiasi tipo di abbinamento: per la natura popolare del piatto si presta particolarmente bene a condimenti frugali e della cucina povera.

Be Sociable, Share!